Scuola,pensieri e burnout genitoriale

Ricomincia la Scuola (finalmente! ) ma con essa ricominciano una serie di pensieri soprattutto pratico logistico da parte di tutti i genitori coinvolti. Primo tra tutti l’incubo ricorrente della D.A.D. nel quale potremmo ricadere tutti in un attimo. Sappiamo bene che è difficile ma provate a non far ricadere le vostre preoccupazioni e ansie legate al periodo storico sui vostri bambini. È giusto che facciano i bambini e i ragazzi che possano pensare a divertirsi, a ritrovare i loro amici e insegnanti senza troppi pensieri ingombranti. Vi garantiamo che assorbono e ascoltano tutto fin da piccoli. Il periodo di Settembre è da sempre un nuovo inizio, nuovi incastri e programmi, ricerca di tate e baby Sitter fidate e Nonni, nuove idee e soluzioni per far trascorrere il tempo anche extra scuola a tutti coloro che devono ricominciare.

Avanti tutta, buon inizio a tutti e un pensiero speciale a tutti coloro che iniziano la Prima!!! Godetevi insieme l’emozione dei primi giorni!!!

Stanchezza Educativa…

 

Questo post è dedicato e pensato agli operatori del settore educativo che più che mai quest’anno hanno incassato un livello di stanchezza e pesantezza notevole. Siamo ormai alla fine di un anno educativo davvero strano e faticosissimo dal quale abbiamo imparato comunque tanto. Quando ci si sente in queste condizioni è fondamentale automonitorarsi e nel caso non temere di chiedere aiuto. Purtroppo il limite e il confine dalla forte stanchezza mentale al fatidico burnout è davvero sottile. E molte volte ci si cade dentro senza neanche accorgersene. In questi casi prendete le distanze e iniziate ad osservare il vostro comportamento al lavoro e il livello di insofferenza e nervosismo con i bambini che talvolta scatta ed emerge per un nonnulla. La consapevolezza e la maturità nel saper dire “devo saper condividere e non tenermi tutto dentro prima di esplodere” e’ un gesto significativo che fa sempre la differenza, partendo dal presupposto che può capitare a tutti, e che è bene affrontarlo in modo preventivo onde evitare di stare peggio. Il meccanismo di Supervisione quindi di un occhio esterno che ascolta,accoglie,prende in carico e non giudica è una modalità corretta per crescere e ampliare la propria professionalità. 

Vi aspettiamo con nuove proposte personalizzate e collettive.