Campus Estivi con Berlitz!

 

BERLITZ - Scuola di Lingue - Campi Estivi 2018Se siete genitori o nonni con nipoti della fascia di età compresa tra i 7 e i 14 anni i Campus Estivi Berlitz potrebbero essere una valida opzione. È un partner col quale collaboriamo da tempo e ci troviamo bene e in sintonia. Quest’anno seguiamo la regia pedagogica dei Campus, e vivendoli dall’interno respiriamo l’atmosfera di preparazione e attesa dell’estate. I teachers stanno inventando storie e cacce al tesoro (in english of course!) e le varie settimane avranno diversi temi: Harry Potter, Flintstones e Pirates (per la location di Montalto di Castro). L’obbiettivo è quello di offrire ai bambini e ragazzi un’esperienza. Il tono sarà ludico e informale, l’inglese verra’ insegnato all’aria aperta, e ogni momento della giornata sarà utile per imparare e migliorare fluency e vocaboli. E per i followers di MammeCheFatica un piccolo sconto di benvenuto di €75.

Vi aspettiamo a Fiave’ tra i boschi del Trentino oppure a Montalto di Castro nel viterbese a due passi da Roma. Sul sito trovate i dettagli per le varie date e informazioni pratiche. Nei prossimi post affronteremo più da vicino “come prepararsi al viaggio” per cercare di aiutare e coinvolgere  i bambini e ragazzi più timidi, e permettere a tutti (anche ai genitori) di sfruttare al meglio la vacanza, divertendosi e imparando al tempo stesso.

Vi aspettiamo! Manca poco!!!

 

Cosa ci portiamo a casa?

Dall’interessante Convegno Nazionale del CPP organizzato ieri presso il Teatro Carcano di Milano ci portiamo a casa:

-la consapevolezza che esiste un bel numero di persone che non accetta più di lavorare con bambini e ragazzi attraverso lezioni frontali, voti giudicanti, ambienti non adeguati, ecc..Molti insegnanti, innamorati del loro mestiere, vogliono cambiare in meglio il mondo scolastico ascoltando di più, prima di tutto, gli alunni

-la riflessione sul bisogno di educatori e maestri di conoscersi meglio, “fare pulizia” in loro stessi per poter far uscire la loro parte bambina ed accogliere veramente i bisogni dei bambini e dei ragazzi

-l’importanza delle parole (che siano filastrocche, poesie, favole o testi di musica)

-l’importanza del movimento

-l’utilizzo dell’apprendimento tra pari (tra bambini, ma anche tra adulti)

Grazie allo staff del CPP, che come sempre ha organizzato molto bene la giornata di approfondimento, rendendola stimolante, ma anche festosa. Grazie a tutti i prestigiosi relatori che sono intervenuti (Daniele Novara, Silvia Vegetti Finzi, Anna Oliveiro Ferraris, Alberto Oliveiro, Paolo Ragusa, Francesco dell’Oro, Bruno Tognolini…) Ma  grazie anche a tutti i partner che hanno permesso il tutto: gli asili Doremi, Nostrofiglio, Giunti scuola, La vita scolastica, Vita.it…

All’anno prossimo!

 

Fare i compiti…

 

Fare i compiti si sa non è mai stato piacevole, non tanto per i compiti in se’ ma piuttosto per l’obbligo che rappresentano. Talvolta però ricevere l’aiuto di una persona esterna, puo’ essere un valido aiuto e magari diventare anche un punto di riferimento per i giovanissimi. Quando il momento dei compiti diventa difficile da gestire occorre responsabilizzare i bambini verso quello e’ il loro ‘lavoro’. La possibilità di condividere del tempo con dei ragazzi più grandi che aiutano i più piccoli può essere un momento trainante, dove si apprendono modalità diverse da quelle degli adulti e quindi sembra essere tutto più’ facile e perche’ no divertente!. Da adulti però possiamo coinvolgere i ragazzi in modo attivo senza quasi intervenire nella loro gestione del tempo. Non e’ la mamma che deve guardare nello zaino per intendersi, ma è il ragazzo stesso che aggiorna in casa ciò’ che è accaduto in classe e quello che dovra’ preparare a scuola. Questo perché non possiamo pretendere che diventi grande, quindi autonomo, se non facciamo un passo indietro creando lo spazio e il senso di libertà necessaria che la crescita comporta.

 

Anche le bambine ribelli hanno le loro storie della buonanotte

Tutti ne parlano e anche MammeCheFatica non poteva trattenersi dal leggere un libro per l’addormentamento dedicato alle “bambine ribelli”. Stiamo parlando di “Storie della buonanotte per bambine ribelli. 100 vite di donne straordinarie“, di Francesca Cavallo ed Elena Favilli, ed. Mondadori (224 pp).

Di cosa si tratta? Del bestseller per bambini e ragazzi del momento: un libro che narra di 100 donne, grandi e piccole, che in qualche modo, con la loro volontà e il loro coraggio hanno cambiato il mondo. Nel libro inoltre sono presenti delle illustrazioni create da 60 donne provenienti da diversi paesi che ne arricchiscono il contenuto.

Perché ne parliamo? Perché dagli otto/nove anni si può iniziare a sognare sul proprio futuro con l’esempio di queste donne reali, ma straordinarie, che, invece di sperare passivamente nel Principe Azzurro, si sono rimboccate le maniche e hanno contribuito a rendere migliore il mondo.

A MammeCheFatica piace perché è importante sostenere sin da piccoli il ruolo della donna, alla pari di quello dell’uomo. Trasmettere l’idea che tutti hanno pari valore e  dignità è fondamentale per crescere con serenità, ma è altrettanto importante capire quali successi si possano ottenere con la passione, l’impegno e il coraggio delle proprie idee, anche se “ribelli”.

..Sogni d’oro!..

Cyberbullismo: prevenzione e formazione

cyberbullingSempre più spesso sentiamo dalle famiglie che si rivolgono a noi per delle consulenze racconti di episodi più o meno gravi di cyberbullismo. Ma cosa significa esattamente questa parola ormai così diffusa? Si tratta di un fenomeno tipico della nostra epoca storica: sono forme di bullismo messe in atto attraverso Internet e i Social Network, molto pericolose perchè umiliano le “vittime” in modo ancora più in modo plateale.

Domani, 27 Ottobre 2014, a Milano è stata organizzata da Milano Film Network una Giornata Formativa “STOP AL CYBERBULLISMO! Progetto di formazione attraverso il cinema e i linguaggi audiovisivi”. Presso l’Istituto Tecnico “Gino Zappa” in Viale Marche, 71, dalle ore 9.15 alle ore 16.30 si terrà questo incontro rivolto a Docenti, Genitori, Educatori e tutti coloro che lavorano con i ragazzi.

Perchè andarci? Perchè è importante essere formati, conoscere le dinamiche di questi fenomeni così radicati e potenzialmente nocivi per uno sviluppo armonioso dei nostri preadolescenti e adolescenti.

Educare è una sfida?

MammeCheFatica oggi desidera far conoscere il nuovo libro di Pellai e Fogliani (ed. Franco Angeli): “Le nuove sfide all’educazione in 10 comandamenti. Per aiutare i figli a crescere“.

Di che si tratta? Con un linguaggio chiaro, rivolto principalmente a chi di mestiere fa il genitore, i due autori affrontano il delicato tema dell’educare. Non un elenco di precetti, ma riflessioni educative, etiche, aggiornate ai nostri tempi.

Perche ne parliamo? Oggi più che mai è necessario che gli adulti riflettano sul significato del loro stare con i figli, aiutarli a crescere e donare loro gli strumenti utili per volare verso altri luoghi senza troppi sensi di colpa e aspettative esagerate.

MammeCheFatica lo consiglia perché: scritto da due professionisti di lunga esperienza che nella loro attività clinica quotidiana raccolgono numerosi esempi di come cresce un bambino e un ragazzo nel ventunesimo secolo.

Forza genitori: non siete soli!

Fateci sapere se piace anche a voi e vi ritrovate nei pensieri scritti.

copertina del libro

Famiglie arcobaleno e benessere

 

MammeCheFatica oggi si vuole occupare dei bambini nati all’interno delle “famiglie arcobaleno”, composte cioè da due mamme o due papà. Uno studio australiano (The Australian Study of Child Health in Same-Sex familyACHESS) dimostra come i soggetti studiati (500 tra bambini e ragazzi fino ai 17 anni) abbiano un alto grado di salute in generale e di coesione familiare. Nonostante le continue discriminazioni ricevute -a causa dell’orientamento sessuale dei loro genitori- sembra che i bambini abbiano un buon livello di autostima che permetta loro di fronteggiare atti di bullismo e offese. Dunque questi risultati sembrano affermare che l’omogenitorialità non influisce negativamente sul benessere psicologico dei figli, nè sui legami familiari. A quando ricerche anche in Italia??

Disegno di una bimba con due mamme

Libri per bambini: ultime novità suggerite da MammeCheFatica

 

Se vostro figlio deve portare un regalo all’amico che festeggia il compleanno, che dono più intelligente c’è di un libro?? Curiosando tra gi scaffali di una libreria per ragazzi abbiamo scovato per voi le ultime novità..

Dai 4 agli 8 anni consigliamo:
-Io non mi separo
-Io…Jane
-L’uomo mangia carta
-I disegni arrabbiati
-Il pinguino verde

Mentre dagli 8 agli 11 anni:
-Quattro storie quasi vere
-Lindo e Lando
-Un ciclone in salotto
-Cipo news

Fateci sapere il vostro parere….