Arriva l’estate!

Possiamo dire che l’estate è arrivata! Inizia l’ultima tranche, un po’ faticosa ma sempre ricca di buoni propositi. C’é chi sta già organizzando il mese di Settembre e e chi non sa ancora dove andrà in vacanza con i bambini. In ogni caso utilizzate il tempo estivo per stare con i vostri bambini, osservarli crescere e giocare e offrite loro delle esperienze stimolanti a contatto con la natura. É una grande fonte di ricarica e di stimoli sensoriali fondamentali valida per tutte le età! Contribuisce a rilassarci e restituirci un po’ di genuinità di cui tutti abbiamo bisogno. L’aria di mare o di montagna fanno entrambe bene ai piccoli, aumentano l’appetito, regolano il sonno. Fateli giocare all’aria aperta il più possibile, organizzate picnic e passeggiate! Raccogliete sassolini e pezzetti  di natura da tenere come ricordo e da riportare poi al nido e a scuola. Fate in modo che si divertano e che possano rilassarsi (e annoiarsi un po’..). Anche a voi genitori ed educatori che ci seguite auguriamo di poter ‘staccare’ un po’ e rilassarvi q.b.!!!!!!!!

 

 

 

Missione campus con Berlitz!

Anche quest’anno tornano i campus del Metodo Berlitz. Siamo andate a sbirciare​ nei vari centri che conosciamo per avere qualche anticipazione..saranno a Roma e a Milano presso la Scuola Green Dada’ di Corso Italia 66.

Saranno improntati su vari temi, tra cui la conoscenza e l’esplorazione di vari paesi culture, ma si parlerà anche di natura e ambiente, in english of course! Non mancheranno momenti puramente ludici e spontanei in cui i bambini avranno modo di ascoltare e ripetere mediante l’utilizzo di canzoni e  piccole filastrocche in lingua. A tutti i genitori che vogliono far sperimentare la lingua inglese fin da piccoli in modo ludico e non competitivo, lo consigliamo sempre! Convinte che se si ha l’opportunità di imparare una nuova lingua in un contesto giocoso e divertente l’apprendimento sarà più immediato ed empatico e lo si conserverà a lungo.

Sul sito Berlitz trovate tutti i dettagli per i City Campus e per le full immersion in lingua in Umbria! Ci troverete bazzicare nei vari campus estivi..see you!

 

 

 

 

Bozen: una città a misura di famiglia..

Il centro storico

Avete in programma un week end con i pargoli ma non sapete dove andare? Siete alla ricerca di una meta semplice e organizzata? MammeCheFatica vi consiglia in assoluto una cittadina perfetta per bebè e bambini: Bolzano/Bozen. Facilmente raggiungibile col FrecciaArgento da Milano e Roma può essere una buona occasione per un week end diverso dal solito. Il centro storico è piccolo, molto curato e pieno di passeggini! Avrete il piacere di passeggiare sotto i portici, apprezzare Piazza Walther e Piazza delle Erbe con il suo mercatino di frutta e verdura e prodotti tipici.

Hotel Stadt

Il fiume Talvera

Per una bella passeggiata e un tocco di natura potete esplorare la zona del torrente Talvera, distesa di prato organizzata dove i bambini (dai piccoli ai grandi) possono sbizzarrirsi tra giochi, sabbiere, scivoli, pista di skate e persino il primo Parco Giochi Inclusivo d’Italia (inaugurato a Settembre 2016) studiato specificatamente per i bambini disabili dove vi è la possibilità di sperimentare l’altalena (dalla Svezia con apposito schienale e poggiatesta) e altri giochi per stimolare la deambulazione. MammeCheFatica ha provato la calorosa accoglienza dell’Hotel Stadt che affaccia direttamente su Walther Platz (non perdetevi il centro benessere per una pausa rigenerante!) e la colazione a buffet (super!) tra dolci tipici e pane di segale fatto in casa (quanto ci mancherà!). Per chi preferisce la soluzione dell’appartamento vi consigliamo invece il residence Fink sempre in pieno centro! Per una merenda golosa un salto da Peter Cafè per assaggiare i dolci tipici dell’Alto Adige o un gelato artigianale (tutto con latte bio).

Dolci speciali di Peter cafè

Se siete con i bambini, una scivolata nel negozio di giocattoli Gutweniger è d’obbligo..sarà difficile farli uscire: preparatevi!

Se la giornata è accompagnata da un brezel, una buona birra artigianale, un assaggio di speck e di canederli ancora meglio! Bolzano e la magia dell’Alto Adige con la loro Accoglienza tipica (con la A maiuscola) vi aspettano e vi faranno sentire come a casa!.

p.s. da queste parti sono talmente abituati ai bambini che appena ne arriva uno in un locale verrete accolti col seggiolone d’ordinanza per il piccolo ospite!  Per maggiori informazioni e dettagli vi consigliamo il sito dell’azienda di soggiorno e turismo bolzano-bozen.

a presto!

 

 

 

I ricordi di un’estate..

L’estate sta per finire, i bambini lo avvertono e anche loro, come noi grandi, iniziano a fremere per il rientro obbligato e le routine quotidiane che ricominciano. I più piccoli naturalmente vanno preparati al distacco che potrebbe essere faticoso dopo molti giorni passati a stretto contatto con mamma e papà. Anche gli adulti devono essere consapevoli di questo grande cambiamento e devono accettare eventuali “capricci” incomprensibili o atteggiamenti regressivi che sottointendono una difficoltà di separazione. A qualsiasi età, tuttavia, è importante parlare di quello che succederà di lì a pochi giorni, senza ansie. Con i più grandicelli si può anche ripercorrere quello che si è fatto durnate l’estate con disegni, racconti, diari di bordo e così via in modo tale da serbarne il ricordo, ma anche prepararsi al futuro, a quello che verrà. prestate particolare attenzione e sensibilità per tutti i bambini che a Settembre inizieranno una nuova avventura (cambio di un’insegnante, di scuola…) facendoli parlare liberamente con la possibilità di esprimere qualsiasi tipo di emozione (paura, ansia, gioia, tristezza, delusione..). Parlarne significa esserne maggiormente consapevoli e alleggerire le aspettative o i timori.

E a questo punto non ci resta che augurarvi…buona ripresa a tutti!

Se viaggiate con i piccoli…

Se viaggiate con i bambini piccoli in aereo o in treno/in nave è bene tenere presente alcune “regoline” per far sì che l’avventura diventi tale e non si trasformi in un incubo!

Mammechefatica consiglia di: – rassicurare il piccolo nella fase di decollo (allattarlo se prende il latte materno) o dargli  comunque il ciuccio. Se sono più grandi rassicurarli con la voce bassa e dando loro la mano.

– utilizzare sempre un tono di voce basso cercando di non imporre troppi divieti al bambino ma valorizzare piuttosto ciò che può fare: un disegno, un collage, ritagliare con le forbicine, giocare con un pupazzo..

– in caso di capricci e pianti cercate di mantenere un atteggiamento calmo e rassicurante senza innervosire ulteriormente il bambino e voi stessi. Proponetegli una valida alternativa in modo convinto. “Guarda guarda cosa c’è…aspettava proprio te” evitate le domande: “vuoi questo o quello? Cosa vorresti?” Vi garantiamo che in un momento di instabilità emotiva è meglio non avere alternative e potersi concentrare solo su un gioco.

Buon viaggio!!!

 

Dieci cose da fare questa estate con i nostri bambini

Ecco le dieci cose da fare assolutamente questa estate con i nostri bambini:

  1. Rilassiamoci veramente e insieme a loro (vi sembrerà strano, ma ci stupiranno!!)
  2. Respiriamo aria nuova
  3. Creiamo un album dei ricordi
  4. Torniamo un po’ bambini anche noi
  5. Facciamo almeno una volta con loro il nostro gioco preferito di quando eravamo piccoli
  6. Sporchiamoci le mani impastando/pitturando/incollando.. senza preoccuparci troppo della pulizia della casa (siamo in vacanza anche noi, no??!)
  7. Coccoliamoci tanto
  8. Leggiamo e/o inventiamo molte storie fantasiose
  9. Cuciniamo insieme
  10. Strappiamo qualche eccezione alle regole (sempre sacrosante, per carità, ma in vacanza possono essere lievemente più morbide se lo ritenete opportuno)

Le ricette di Aurora!

Mettete una cena super che riunisce amici e parenti nella campagna imperiese. Tra una portata e l’altra la nostra cugina Aurora (appassionata e esperta di dolci) ci racconta di una serie di dolci da proporre ai bambini. “Perché in estate si può sperimentare tra i fornelli e magari si trova anche qualche aspirante chef o pasticcere”. Lei ci propone: La torta ai “sette vasetti”

Ecco l’occorrente: 1 vasetto di yogurt (da usare come unità di misura, facile anche per i piccoli!), 2 vasetti di zucchero, 3 vasetti di farina, 1 vasetto di olio, 3 uova intere, 1 pizzico di sale, scorza di un limone,1 bustina di lievito, frutta a piacere.

Mescolare tutti gli ingredienti fino ad ottenere un impasto omogeneo (per ultimo il lievito sciolto in un po’ di latte). Unire all’impasto la frutta (le fragole vanno benissimo) lasciandone da parte due manciate. Ricoprire una teglia con carte da forno e versarvi il composto. Aggiungere la frutta rimasta. Infornare a forno caldo a 180 gradi per 30 min. (La torta risulterà cotta quando uno stuzzicadenti inserito nel dolce risulterà asciutto e pulito. Una volta raffreddata procedere con una spolverata di zucchero a velo!

Amaretti con mascarpone e cocco!

Occorrente: 250 gr. di amaretti duri, 250 gr. di mascarpone, farina di cocco q.b., caffè (caffettiera media).

Preparare il caffè e metterlo in un recipiente. Quando è freddo immergere due alla volta gli amaretti in modo che non si sbriciolino e mettere su un amaretto (nella parte piatta) un po’ di mascarpone e chiudere con l’altro amaretto imbevuto nel caffe’ come i  baci di dama per intendersi. Infine girarlo nella farina di cocco!  Procedere così fino al termine degli amaretti. Sistemare i dolcini su un vassoio e riporlo in frigo per 2/3 ore prima di servire. 

I bambini a seconda dell’età vi aiuteranno a preparare e mescolare gli impasti. L’idea di fare qualcosa e poi di essere assaggiato insieme riscuote sempre molto successo! Buon divertimento e a presto con nuove sfiziose ricette!

Grazie Aurora!!!

Bimbi e Genitori al mare: paura dell’acqua?!….

Mammechefatica al mare: osservatorio prezioso per poter capire le ansie dei genitori e i bisogni dei bambini. Ci sono molte madri che iniziano ad allertare i bambini ancora prima di andare in spiaggia. È importante dare poche regole e chiare. È importante far capire che bisogna rispettarle poiché il mare è grande e con lui non si scherza. Detto questo crediamo sia giusto anche concedere loro un po’ di “libertà” di giocare con la sabbia, fare una pozza con l’acqua e nascondere i piedi nella sabbia… Se avete molta paura dell’acqua cercate in tutti i modi di non proiettare le vostre ansie sui piccoli. Fatevi aiutare piuttosto coinvolgendo una persona fidata che possa far apprezzare i primi tuffi in acqua oppure state semplicemente a riva attrezzando il piccolo con braccioli o salvagente. In caso di mare mosso evitate il bagno e valorizzate la raccolta di conchiglie o alghe (procurate una valida alternativa o piuttosto inventate una gita). È molto difficile quando si è piccoli accettare la frustrazione del non poter entrare in acqua e capirne il motivo. 

Se invece è il bambino a temere l’ acqua, Mammechefatica consiglia di insistere, ma in modo progressivo e graduale onde evitare un atteggiamento oppositivo da parte del piccolo. A seconda dell’età proponiamo di partecipare a un corso di acquaticità e di nuoto per prendere confidenza e superare la paura con l’aiuto di insegnanti esperti.

Piccoli rimedi anticaldo..

L’ estate è arrivata, il caldo è esploso…in attesa di portare i bambini al mare o in montagna vediamo come affrontare il problema in città. S,i sa il caldo afoso genera insofferenza anche tra i bambini che spesso interrompono il sonno e in molti casi diminuisce anche l’appetito. Ecco alcune strategie anticaldo:

– vestire i piccoli con indumenti freschi e leggeri, onde evitare l’esplosione di sudamina (in particolare vicino al cuoio capelluto) e cambiare spesso le lenzuola del lettino

– dare loro acqua, tisane a temperatura ambiente (il finocchio piace molto!) e succhi freschi centrifugati o frullati

– proporre più spuntini durante il giorno per chi perde l’appetito e non ha voglia di mangiare (evitando di ricorrere alla tv però!)

– nelle ore calde in cui il parco o i giardini sono inarrivabili proponete loro di giocare con l’acqua! In bagno o sul terrazzo, un po’ di bottigliette di plastica e un imbuto e farete la loro felicità! Oppure lavate qualche bambola o macchinina che aveva bisogno di una bella ripulita!

– evitate di tenere per troppe ore i bambini con l’aria condizionata accesa oppure areate il locale e poi spegnete: non fa molto bene ai piccoli..parola di Mammechefatica!

 

 

 

Aria di Campus..

logoSe non avete ancora deciso…provate a verificare se c’è ancora un posto libero per i vostri bambini al Campus in lingua inglese col Metodo Berlitz. Si tratta di una full immersion in lingua inglese (con insegnanti  specializzati e mothertongue) incentrata sulla dimensione ludica, sul teatro e sullo sport. Ci piacciono proprio perché propongono un “inglese d’atmosfera” e non competitivo, che pone al centro degli obiettivi la socializzazione tra i pari in modo divertente e spensierato. Sono diverse le proposte: in città oppure di tipo in residenziale in Umbria immersa nel verde. Convinte che si tratti di un ottimo investimento e un regalo speciale per i vostri bambini che avranno l’opportunità di imparare e scoprire i suoni di una nuova lingua e una nuova cultura. 

Per ulteriori informazioni, sui costi e i dettagli pratici potete cliccare il banner qui a destra e contattare il numero verde: 800037037