Capricci? Ne parliamo il 20 Novembre a Milano

Se siete nella fase (sempre interessante per noi!) dei cosiddetti Capricci vi aspettiamo!!!!

Martedì 20 Novembre alle 17.30 presso la Libreria dei Ragazzi in via Tadino 53 a Milano. Conducono: Marta Bruzzone, pedagogista e Daria Bertoni libraia e autrice.

Info e prenotazioni: info@lalibreriadeiragazzi.it   tel. 02- 29533555 Costo:5€

Sarà un incontro speciale, all’interno del quale parleremo delle reazioni dei bambini e dell’atteggiamento dell’adulto che da genitore o educatore  deve accogliere e gestire la richiesta del piccolo. Ne parleremo da un punto di vista pedagogico cercando di offrire spunti pratici e concreti (altrimenti tante belle parole..e poi?!) e letterario indicando i libri piu adatti che affrontano questa tematica per provare anche attraverso le storie a parlare dei temuti capricci!. L’incontro è rivolto e pensato per i genitori con figli dell’età compresa tra 0-5 anni e per educatrici o maestre alle prese quotidiane con i capricci più intriganti e furiosi.

 

 

 

“Cambiare la scuola si può” di D.Novara

 

In questi tempi bui, tra sedie che vengono lanciate ai prof e genitori poco partecipativi al processo di crescita dei loro figli, Daniele Novara, scrive un bel libro sul possibile e necessario cambiamento della scuola, partendo dalle risorse di ognuno: insegnanti,genitori ed alunni. L’autore, una delle firme più autorevoli della Pedagogia di oggi e fondatore del Cpp di Piacenza, spiega ancora una volta come fare a rendere visibile questo cambiamento partendo da piccole strategie quotidiane. Lezione frontale, compiti a casa e studio mnemonico sono un esempio di come il sistema scolastico sia statico da tempo. Novara propone il metodo maieutico che valorizza la scuola come “comunità di apprendimento” all’interno della quale si apprende dai pari, si sperimenta, e dove il ruolo di insegnante e’ quello di un regista che valorizza e mette al centro i suoi allievi.

Perche’ è importante leggerlo: per sensibilizzare e ancor più coinvolgere gli insegnanti e i genitori in questo processo di cambiamento, perché è possibile una scuola nuova dove ci si aiuta, si condivide e ci si diverte anche!

Perche’ ne parliamo: Daniele Novara rappresenta uno dei volti più noti nel panorama psicopedagogico italiano, e conferma il bisogno e la necessità di immaginare e vivere una nuova scuola dove la partecipazione e la condivisione siano alla base di tutto.

Incontriamo l’autore: Daniele Novara presenterà il suo ultimo libro a Milano il 19 Novembre presso la libreria Mondadori in via Marghera 28 alle ore 20.30 e a Roma il 21 Novembre presso la Città dell’Altra Economia  alle ore 20.30. Ingressi gratuiti fino ad esaurimento posti.

Noi ci saremo!

 

 

 

 

 

Inserimento al nido: vediamo insieme come..

Sappiamo che per molti bambini piccoli il mese di Settembre sarà caratterizzato da una nuova avventura: l’ingresso all’asilo nido!. Vediamo insieme come fare per affrontare questo periodo in modo sereno senza troppe ansie e timori che sicuramente non aiutano né la mamma né il piccolo. In primis l’adulto, in genere la figura materna, deve elaborare la fase del distacco per cercare di arrivare al momento dell’inserimento preparata e consapevole. Non e’ per niente semplice lasciare il proprio bambino in uno spazio nuovo e con persone (seppur qualificate) che non si conoscono ancora molto. Proprio per questo motivo suggeriamo, sulla base della nostra esperienza, di iniziare a pensare a come poter affrontare questo delicato momento senza traumi per il piccolo e per la madre che sperimenta solitamente una sensazione di vuoto e senso di colpa difficile da esprimere e condividere. Come sempre vi invitiamo a seguire il metodo del vostro futuro nido. L’inserimento al nido e’ un periodo più o meno lungo che richiede come tutte le nuove sfide impegno e determinazione: bisogna dare e darsi tempo. Dare tempo al piccolo per ambientarsi e conoscere le nuove voci che si prenderanno cura di lui e dare tempo a voi stesse per gestire tutto, pianti inclusi..ne riparleremo nei prossimi post.

A proposito di lettura..

Il periodo estivo è un ottimo pretesto per dedicarsi alla lettura, e anche per i piccoli può essere uno stimolo nuovo, sfogliare un libro in autonomia e poi leggerlo insieme all’adulto. Leggere e’ un rituale che si apprende da piccoli e che si trasmette nel corso della crescita attraverso l’esempio concreto. Se in casa i genitori leggono sarà piu’ facile e immediato consolidare e approfondire il bisogno della lettura anche da grandi. Bisogna creare fin da piccoli uno spazio per la lettura, basta poco: un cesto di vimini, una mensola ad altezza bambino che gli consenta facilmente di prendere il libro e rimetterlo in modo autonomo. Il momento della “lettura”  deve servire anche come fase di contenimento rilassamento in cui il piccolo parla a modo suo e interpreta ciò che vede mentre i genitori sono impegnati in altre faccende domestiche ad esempio. MammeCheFatica collaborera’ con la Libreria dei Ragazzi di Milano (un punto di riferimento storico per insegnanti, educatori e genitori) con la quale condividiamo i consigli per una buona lettura estiva a seconda delle età dei vostri bambini!

A presto per nuove sorprese!

 

 

Perché è importante fare un viaggio senza genitori..

Perché è importante fare un viaggio senza genitori? Si tratta di un’esperienza fondamentale nella vita di un bambino, in quanto gli consente di vivere fuori da casa e scoprire nuove abitudini e rituali magari fino a prima sconosciuti e inoltre può essere un momento importante per fare nuove amicizie. In questi momenti il gruppo dei pari assume un valore assoluto, e ha anche un forte potere consolatorio nei confronti di chi si sente un po’ nostalgico e vorrebbe tornare a casa. Nella vacanza organizzata senza genitori il bambino vive una nuova routine, nuove regole di convivenza e mette alla prova la sua autonomia: non è facile fare tutto da soli (dal vestirsi al lavarsi etc). In ogni caso l’esperienza fuori casa è sempre utile come momento di crescita e di confronto con gli altri.

Obiettivo Formazione!

Concludiamo l’anno con un pensiero costruttivo: pensiamo ai momenti di Formazione del prossimo anno educativo, tra cui segnaliamo con piacere il Convegno del 24 Novembre 2018 organizzato da Percorsi Formativi 0-6 legato al progetto di Silvia Iaccarino con la quale collaboriamo. Crediamo sia fondamentale trovare degli spazi mentali in cui cercare il confronto e la condivisione per crescere, ma soprattutto per cercare nuovi punti di vista e prospettive. Nel campo educativo è fondamentale dedicare del tempo alla Formazione. Soprattutto se si è del mestiere da tanto, soprattutto se si pensa di essere ‘arrivate’ e se la stanchezza psicofisica sovrasta la curiosità e la voglia di rimettersi in gioco. Sarà una bellissima giornata ricca di interventi interessanti e stimolanti per tutti.

Vi aspettiamo numerosi! e..entro la fine di Luglio potrete sfruttare anche la tariffa scontata. Per tutte le info e dettagli andate sul sito di Percorsi Formativi.

Campus Estivi con Berlitz!

 

BERLITZ - Scuola di Lingue - Campi Estivi 2018Se siete genitori o nonni con nipoti della fascia di età compresa tra i 7 e i 14 anni i Campus Estivi Berlitz potrebbero essere una valida opzione. È un partner col quale collaboriamo da tempo e ci troviamo bene e in sintonia. Quest’anno seguiamo la regia pedagogica dei Campus, e vivendoli dall’interno respiriamo l’atmosfera di preparazione e attesa dell’estate. I teachers stanno inventando storie e cacce al tesoro (in english of course!) e le varie settimane avranno diversi temi: Harry Potter, Flintstones e Pirates (per la location di Montalto di Castro). L’obbiettivo è quello di offrire ai bambini e ragazzi un’esperienza. Il tono sarà ludico e informale, l’inglese verra’ insegnato all’aria aperta, e ogni momento della giornata sarà utile per imparare e migliorare fluency e vocaboli. E per i followers di MammeCheFatica un piccolo sconto di benvenuto di €75.

Vi aspettiamo a Fiave’ tra i boschi del Trentino oppure a Montalto di Castro nel viterbese a due passi da Roma. Sul sito trovate i dettagli per le varie date e informazioni pratiche. Nei prossimi post affronteremo più da vicino “come prepararsi al viaggio” per cercare di aiutare e coinvolgere  i bambini e ragazzi più timidi, e permettere a tutti (anche ai genitori) di sfruttare al meglio la vacanza, divertendosi e imparando al tempo stesso.

Vi aspettiamo! Manca poco!!!

 

Salone del Mobile 2018 per i bambini

Eccoci come sempre per la settimana più attesa dell’ anno, dove Milano diventa a tutti gli effetti città cosmopolita pronta ad accogliere tutti i designers e i creativi del mondo! Come ogni anno invitiamo le famiglie, i genitori ma anche gli insegnanti e le baby sitter a sfruttare questa piacevole occasione per far vedere ai bambini diverse opere e installazioni sparse per la città. Il bello e la magia del Fuori Salone sono la contaminazione e la gratuità. Essendo accessibili a tutti sarebbe un peccato perdersi l’atmosfera, almeno per chi abita a Milano e dintorni!. Di seguito vi segnaliamo alcune proposte mirate a chi gira con bambini piccoli dove sarà possibile partecipare a delle attività organizzate.

– La Fabbrica del Vapore dal 17 al 22 Aprile. Unduetrestella Design trasforma con un divertente trucco espositivo lo spazio di 600mq in una grande recita scolastica dove brand e aziende si presentano sul loro palcoscenico di un grande spettacolo. “Now,Now and Now racconta l’esigenza di parlare al presente e condividere la creatività. Un dovere per noi adulti nei confronti della generazione del futuro per sottolineare la forza dell’infanzia insieme alla responsabilità di insegnare a crescere e vivere ai piu’ piccoli in questo mondo contemporaneo”.

Casa Stokke sarà aperta al pubblico dalle 10.00 alle 19.00 dal 18 al 22 Aprile. Ci saranno eventi dedicati ai piccolissimi 0-24 mesi) e alle loro mamme e diversi laboratori e workshop per bambini dai 3 ai 6 anni. Lo spazio e’ family friendly con zone dedicate al cambio e all’allattamento grazie alla collaborazione con il marchio Mustela  che da sempre si occupa della cura della pelle dei piccoli. Vi aspettiamo!!

Matera: aspettando il 2019

MammeCheFatica vi porta a Matera, uno di quei posti si dice, dove almeno una volta nella vita bisogna andare! E ora possiamo dire “si e’ vero,ne vale la pena!”. La citta’ dei Sassi si sta preparando al prossimo anno, quando sara’ Capitale della Cultura 2019. Si preannuncia un anno ricco di eventi e manifestazioni socioculturali che inevitabilmente porteranno a Matera un gran flusso di turisti italiani e stranieri soprattutto. Vi invitiamo a visitare la citta’ dei Sassi anche prima dello scoccare del nuovo anno per apprezzare i vari angoli segreti! Se siete in viaggio con i pargoli sara’ piacevole mostrare loro tutte le case di una volta, le grotte,le chiese e come vivevano nel passato. Per una pausa invece ad hoc per le loro esigenze vi consigliamo la libreria per bambini 365storie.

Come alloggio invece abbiamo scelto Le Dimore dell’Acqua: un b&b di charme nel centro di Matera proprio all’inizio della parte storica. L’accoglienza e la gentilezza di Domenico, giovane proprietario, donano un ulteriore valore aggiunto alla struttura che si trova in un antico palazzo nobile con soffitto e pavimenti di una volta, sapientemente recuperati.

Passeggiando qua e là invece, non dimenticatevi di assaggiare il peperone crusco, una buona zuppa contadina di cereali o di pane e la pasta fatta in casa, senza nulla togliere ai salumi e ai formaggi, che ci siamo portate via come ricordo! L’esperienza materana è piaciuta, il soggiorno è stato apprezzato, l’accoglienza anche!

La città dei Sassi vi aspetta con il suo fascino incantato!

 

La formazione continua..

Alle Educatrici e Maestre che ci seguono, a tutti coloro che vivono e frequentano bambini nonché giovani adulti del Domani, ricordiamo l’importanza della formazione: da giovani per acquisire maggiori competenze e dimistichezza con questo mestiere così difficile (lavorare con le emozioni non è immediato e richiede tempo). Ma il percorso formativo deve continuare anche quando si è raggiunta una certa esperienza, perché davvero “più sai e più sai di non sapere”. La formazione poi in questo periodo storico così fragile diventa un must poiché ci consente di:

– confrontare le nostre opinioni

– ampliare il nostro sguardo educativo

– ridimensionare il nostro ego (in campo educativo si pensa sempre di essere nel giusto e di fare al meglio invece non ci si deve mai dimenticare di rivedersi, riascoltarsi e provare ad attivare sempre nuove strategie educative)

Vi aspettiamo Sabato 14 Aprile a Milano  in occasione del Convegno Nazionale “La lezione non serve” organizzato dal Centro Psicopedagogico per l’Educazione e la  Gestione dei Conflitti di Piacenza per condividere una giornata altamente pedagogica.