Giorni di vacanza e pigrizia!!!

download (16)Tanti Auguri a tutti, grandi e piccoli al completo!

Son giorni di festa, ma anche di pigrizia….dove (noi comprese) abbiamo voglia di goderci il caldo della casa, i ricordi, il Natale..cosi’ anche scrivere diventa difficile e ancor più’ complicato e’ dispensare consigli!!! Se siete anche voi pervasi dalla pigrizia, approfittatene per sistemare le camerette piene di giochi e fare un po’ di ordine facendovi aiutare dai vostri bambini! Talvolta e’ bello ritrovare vecchi giochi e rigiocarci insieme no?!

Ma anche un bel libro da sfogliare e perche’ no uno nuovo tutto da inventare! Basta preparare dei fogli della dimensione che preferite, piegarli a meta’ e pinzare o fissare i bordi. Dare al bambino un libretto tutto bianco da colorare e scrivere o incollare qualche figura può’ diventare un bel gioco e una sana attività’ di creatività’ adatta per tutte le eta’, anche per i più’ piccoli cosi’ da posticipare l’ accensione della maledetta TV!

Buone giornate di festa!

Prepariamo la tavola per Capodanno..

bambino cameriere

Eccoci qui, tornate per fare un saluto a tutti i vostri bambini!

Pensavamo di darvi qualche piccolo consiglio per il rituale del Cenone o anche semplicemente Cena di Capodanno…a noi piaceva tantissimo preparare il Menù e appenderlo per gli invitati o metterlo al centro della tavola a disposizione. E’ un modo semplice per partecipare e condividere l’atmosfera dei giorni di Festa.

Come fare per scrivere il Menù: Prendere un foglio A4 bianco, scrivere il menù completo, a lato è carino fare qualche disegno oppure incollare con delle immagini il piatto da rappresentare. Fondamentali: brillantini, pennarello oro/argento, rametti di pino e nastri di raso rossi o dorati!!!!!!  Al termine potete renderlo come una pergamena e bruciacchiarlo agli angoli…ai bambini piace tanto!

Come preparare un centro tavola: basta prendere una base di cartoncino (vecchia scatola) al centro inserire e incollare una candela rossa o dorata e decorare con della semplice pasta cruda (incollata con la colla vinavil) o foglie di vario tipo/ pigne grandi e piccole/ pezzetti di corteccia.

Se i vostri bambini sono disponibili a continuare il gioco imitativo..potrebbero diventare degli ottimi camerieri con tanto di papillon (recuperato dall’armadio del papà o del nonno..oppure creato al momento con della stoffa o carta crespa colorata! alle bimbe un grembiulino o strofinaccio! Immancabile l’etichetta con la scritta ‘responsabili cucina’, diventa un distintivo fondamentale in queste occasioni!!!!!!!

L’importante è creare un piccolo contributo anche da parte dei vostri bambini a seconda dell’età e delle loro possibilità!

Buona Festa a Tutti Voi!

 

 

 

 

A Natale doniamo un sorriso!

Logo Operation Smile

Desideriamo segnalare ai nostri followers un’importante iniziativa umanitaria “Per le feste sorridi” promossa da Operation Smile. Cos’è Operation Smile? E’ un’organizzazione umanitaria internazionale formata da volontari medici, infermieri e operatori sanitari che, da più di 30 anni, operano in oltre 60 paesi del Mondo bambini nati con malformazioni al volto correggibili. Nello specifico si tratta di labioschisi, (o “labbro leporino”), palatoschisi e labiopalatoschisi. Diversamente da quanto viene da pensare, si tratta di disagi che non riguardano esclusivamente il piano estetico e psicologico. I bambini che ne sono affetti infatti faticano a nutrirsi, a respirare e sono maggiormente esposti a contrarre alcuni tipi di infezione. Per questo motivo, nei paesi più poveri, molti di loro non arrivano a compiere il primo anno di vita. Entro Capodanno questa fondazione si propone di raccogliere i fondi necessari per curare 870 bambini che hanno urgenza di essere operati in Ghana, Rwanda, Honduras, Bolivia, Cambogia e Filippine. Diamo una mano anche noi!

Per leggere il Comunicato stampa Perlfestesorridi cliccate qui.

..A Natale siamo tutti più buoni quindi doniamo un sorriso!!

 

Educazione alimentare e non solo..

 

Se per Natale volete regalare un libro educativo vi proponiamo: “Il cibo attraverso gli occhi di un bambino“, Ed. Coop Lombardia, 7,50e.

Di cosa si tratta: di un libro nato da un’idea del Comitato Soci-Coop e proposto all’Istituto Comprensivo T. Grossi di Milano. Le famiglie delle scuole primarie raccontano e disegnano le loro tradizioni culinarie durante le feste parlando di piatti per loro importanti e in qualche modo speciali.

Perchè ne parliamo: è un progetto nato da una collaborazione insolita che dopo un anno di lavoro ha raccolto “esperienze culinarie”, quindi ricette, ma non solo, anche storie di vita in famiglia.

MammeCheFatica lo consiglia perchè: dà importanza ai legami familiari. Attorno alla tavola infatti si creano relazioni, scambi di emozioni e di storia su cui si sedimentano tradizioni e radici familiari. Troppo spesso oramai i bambini mangiano da soli davanti alla tv, non comunicano e non imparano ad apprezzare il cibo in tavola e questo non è un buon insegnamento. Infine un ulteriore buon motivo per acquistarlo consiste nel fatto che il ricavato del libro sostiene le scuole offrendo fondi per il materiale didattico.

 copertina del libro

Bimbi ecologici a Milano!

 

Ieri MammeCheFatica è stata felice di partecipare alla Mammerenda 2nd Edition! Di cosa si tratta?? Mentre i bambini fanno merenda, le mamme possono girare per i vari stand allestiti alla ricerca di creazioni originali, carinissimi vestiti per bambini o utili oggetti per la cura e la crescita dei più piccoli. Un posto molto curato, accogliente e grazioso dove al mattino si svolgono corsi vari tra cui dei play group in inglese e al pomeriggio è possibile affittare la sala per le feste di compleanno! Un progetto nato da due amiche interessate a trasmettere a bambini e genitori l’importanza dell’ecologia e di un consumo sano. Il pay off di Parents poi, “Genitori moderni come una volta”, ci piace particolarmente: come unire la modernità così caratterizzata dal consumismo al rispetto per l’ambiente?

A Milano in Via Molino delle Armi, 41.

E ora…un pò di relax con i nostri bambini!

 

Passata la frenesia del Natale, godiamoci un pò di relax. Trasmettiamo anche ai più piccoli la capacità di prendersi del tempo (cosa molto atipica nella contemporaneità!) e rilassarsi.. Se il bambino è piccolo basta un disegno (dargli un pastello in mano lo calma e lo fa sentire subito “grande”), un pò di plastilina da modellare o dei travasi artigianali con barattoli e tappi. Se invece il bambino è più grande, proponetegli la lettura di un libro, la costruzione con i lego, l’ascolto di un audio libro o un bel cartone da condividere con tutta la famiglia (purchè il bambino poi non sia ipnotizzato dalla tv per tutto il giorno).

Buon riposo a tutti!!!!