Una brava Tata..

 

Una brava Tata o Babysitter deve essere sicuramente una persona affidabile che emana  un forte senso di responsabilità. Questo è il primo punto da cui partire. Dopo il fattore sicurezza, è importante che si tratti di una figura solare, in grado di coinvolgere il bambino in una serie di attività e pensieri adatti alla sua età, sfruttando materiali di recupero, costruendo ed inventando storie. Dare un senso al proprio lavoro è utile per tutti i componenti coinvolti nella relazione: per il bambino, che impara e scopre cose nuove, per la tata, che utilizza il tempo (a volte sembra  infinito) e per la figura genitoriale che vede che si è creata una atmosfera armonica. Le Tate e BabySitter devono imparare a stabilire un rapporto empatico con il bambino, senza timore di dare dei giusti limiti e piccole regole chiare condivise con la famiglia. Crediamo da sempre che un buon rapporto di fiducia  con i genitori e con la figura di riferimento materna sia fondamentale per mantenere una buona relazione anche con il bambino.

E voi cosa ne pensate?

 

 

 

 

 

100 attività Montessori

 

Oggi vi parliamo di un libro che consigliamo ai genitori di bambini 0-36 mesi che ci seguono e alle educatrici dei vari asili.

Ci piace perché: vuole dimostrare quante attività si possono inventare nonostante l’età dei piccoli. Si tratta di attività e spunti quotidiani di tipo montessoriano che non prevedono l’acquisto di materiali specifici, ma facilmente reperibili in casa. (Nella foto vi è l’esempio classico dei Travasi: se fatti con un vassoio e dei barattoli o tazzine dello stesso materiale e misura assumono un senso più specifico e strutturato.

Di cosa tratta: sfogliando il libro, troverete per ogni pagina un’idea originale da sviluppare insieme al vostro bambino. Da sempre convinte che abituare il bambino a giocare in modo strutturato seguendo un metodo appunto sia molto importante per trasmettere un senso all’attività conferendo ad essa un inizio (con la preparazione del materiale), una fase centrale (incentrata sulla scoperta dell’attività stessa) e una fase finale (caratterizzata dal riordino e dalla rielaborazione del gioco svolto).

Nella stessa collana troverete anche altre opzioni dedicate ai bebè e ai bambini più grandi. La Casa Editrice si chiama Ippocampo. Puo’ anche essere un’idea regalo originale per dei neo genitori!

Fatica a concentrarsi? Senso di noia?

Capita spesso ai bambini di avere delle fasi in cui fanno fatica a concentrarsi, si annoiano facilmente, sembrano stanchi e insofferenti. Invitiamo sempre i genitori a parlarne con loro e con le maestre  per capire se si tratta di un atteggiamento continuo anche a scuola (dell’ Infanzia o elementare).Come poter affrontare questa situazione a casa in modo sereno senza far trasparire troppa ansia? Suggeriamo di conivolgere  il bambino in una serie di piccole attività (molto veloci) che possano essere svolte dall’inizio alla fine . È importante che venga rispettato questo concetto che aiuta a capire che se stiamo svolgendo un compito o una mansione dobbiamo portarla a termine e non possiamo di certo lasciare le così! Un aiuto pratico in questo senso arriva dalla cucina: fare una torta insieme o dei biscotti o una salsa può essere un modo per capire l’evoluzione del prodotto e arrivare al prodotto finito. L’ambiente della cucina riscuote da sempre un grande fascino ed è un’attività che possono fare con voi senza doverla delegare ad altre figure. Se il bambino conosce già l’utilizzo della scrittura si può completare (anche nei  giorni  seguenti) scrivendo la ricetta o  disegnandola. Questa attività può e deve durare anche qualche giorno per dedicarsi allo sviluppo e alla realizzazione della ricetta in tante tappe veloci senza doversi annoiare!

 

 

I bambini piccoli e il tempo

mamma stanca“Uff..questa giornata non passa più! Abbiamo già fatto di tutto e ora?”. Vi sarà capitato di pensare o dire ad alta voce qualcosa di simile se avete avuto a che fare con un bambino piccolo. Sia da genitore, sia da baby-sitter, infatti, trascorrere un’intera giornata (magari in casa perchè fuori piove o fa troppo freddo) con un bambino piccolo è molto, molto faticoso poichè ogni proposta dura il tempo di un attimo! infatti la loro concentrazione è davvero breve e hanno l’esigenza di essere continuamente stimolati. Il primo passo è ammetterlo a se stessi, senza avere paura dei giudizi altrui. Anche un’educatrice esperta fa fatica e deve sfruttare ogni energia e idea originale per arrivare a fine giornata. Vediamo qualche suggerimento per alleggerire il tutto:

-organizzare la giornata seguendo routine precise, come foste all’asilo nido

-proporre qualche attività particolare, guidata (un grande collage, la preparazione di biscotti o della pizza, la pittura..)

-alternare a momenti di gioco libero (è importante aiutare il bambino a sviluppare gradatamente una certa autonomia)

-approfittare del momento del riposino per “staccare la spina” e dedicarci anche solo per poco tempo a qualcosa che ci piace molto fare, evitando di svolgere quelle attività noiose e faticose, anche se doverose (lavatrice, i piatti, pulizie varie..)

organizzare momenti di condivisione con qualcun altro, ad esempio un’amica (meglio ancora se anche lei con figli!)

Quanti impegni!!

bambino molto impegnatoCon l’inizio del nuovo anno scolastico i genitori sono alle prese con l’organizzazione delle attività extrascolastiche dei loro bambini. Ci si chiede a quale sport sia utile iscriverli, che strumento far suonare loro ecc ecc. Senz’altro le attività proposte ai bambini sono davvero molto numerose e anche fantasiose e creative, ma forse ci dobbiamo anche chiedere se possano andare bene per il nostro bambino. Gli piacerà? E’ un qualcosa che potrebbe stimolarlo? E’ troppo impegnativo? E’ adatto alla sua età?

Inoltre dobbiamo sempre avere in mente che troppi impegni pomeridiani sono nocivi per i bambini di ogni età: l’attività fisica e gli stimoli culturali/relazionali e ricreativi sono importanti, ma sempre alternati a momenti di tranquillità e riposo. Se invece riempiamo le agende dei bambini come fossero dei “baby-manager” rischiamo di farli stressare troppo e otteniamo l’effetto di stancarli e renderli più vulnerabili.

Laboratorio di cucina @ Rifugio Delicatessen!

locandina delicatessen

Cari Amici Grandi e Piccini, vi aspettiamo per trascorrere un pomeriggio speciale, come se fossimo in montagna...presso il Rifugio Delicatessen e preparare insieme dei buonissimi biscotti per decorare l’albero di Natale, come vuole la tradizione dell’Alto Adige!! Ma non solo..tra giochi e lavoretti sforneremo biscotti quasi perfetti….Noi siamo pronte!!! Vi aspettiamo!!!

Le prenotazioni sono ufficialmente aperte! Scriveteci a: info@mammechefatica.it  oppure 339-8073106 anche via sms.

Lunedi 24 Novembre dalle 16.30 alle 18.00 presso il Rifugio in via Lomazzo 67, Milano.

*si richiede un contributo di 15 euro (comprende animazione, materie prime e tutto l’occorrente).

Piccole sorprese..a Milano!

Carilogo bassa Genitori, Cari Followers di MammeCheFatica, siamo felici di presentare “Piccole Sorprese, la Scatola delle Emozioni”.

Che cos’è Piccole Sorprese? Si tratta di un Cofanetto Regalo, presente ora per la città di Milano e in arrivo anche a Roma, dedicato alla prima infanzia, in particolare ai bambini da zero ai 10 anni. L’idea è quella di regalare un’emozione, un’esperienza di gioco da poter scegliere tra le tante proposte inserite nei Cofanetti Regalo (Mini, Midi, Maxi, Occasioni Speciali e Cofanetto Nascita.

Perchè ci piace: Ci piace l’idea originale di due mamme, Martina & Veronica, che hanno deciso di ‘regalare un’ esperienza’, piuttosto che concentrarsi su un gioco materiale..MammeChefatica condivide la possibilità di vivere dei momenti diversi e di poter fare ai piccoli delle esperienze interessanti e nuove. Abbiamo avuto il piacere di sfogliare in anteprima i Cofanetti Regalo: abbiamo sbirciato tantissime attività speciali che potrete vivere con il vostro bambino. Ce ne sono per tutti i gusti e per tutte le fasce di età!

Perchè ne parliamo: Ne parliamo e ne parleremo anche in seguito perchè potrebbe essere un regalo originale in vista del Natale o di ricorrenze particolari…come la nascita di un bambino, il battesimo, la comunione o semplicemente un regalo da fare per il piacere di offrire un pensiero diverso dal solito e sicuramente originale!!! OccasioniSpeciali.indd

Per info e contatti: www.piccolesorprese.com

info@piccolesorprese.com

Scuola Dadà..ecco le novità..

20140423_logo_dadaContinua la collaborazione con la Scuola Dadà di Milano che ha al suo interno un piccolo nido che ospita 15 bambini (0-18 mesi), una sezione primavera bilingue (20-36 mesi) e una scuola materna bilingue ( 3-6 anni) appena inaugurata a Settembre! Sono tantissime le iniziative che propone la Dott.ssa Anna Podestà, pedagogista e tiitolare delle strutture, da anni impegnata nel settore della Prima Infanzia. Tante le proposte anche con i corsi pomeridiani di arte, danza e sport per i bambini anche esterni alla scuola. Possibilità di affittare un ulteriore spazio di 300 mq per feste di compleanno-vernissage-presentazioni-eventi.

Della Scuola Dadà ci piace il clima familiare che si respira nelle varie sezioni, la semplicità e il mestiere del fare educativo per cui ci si rimette sempre in discussione per migliorare e crescere da tutti i punti di vista. Nella nuova sezione di scuola materna i bambini hanno la preziosa occasione di ascoltare e ripetere giocando e senza sforzi la lingua inglese.

La Scuola Dadà è una struttura particolarmente flessibile e si adatta molto alle esigenze delle singole mamme. Anna sarà felice di accogliervi e di illustrarvi di persona la metodologia della Scuola Dadà.

Scuola Dadà: via G.Giacomo Mora 22

tel. 366-7091314

nido.dada@libero.it

Asilo Nido-Sezione Primavera-Scuola Materna

Piccolo Nido I Nanetti – affiliato alla Scuola Dadà

Come “riempire” le lunghe giornate estive?

ESTATEMolti genitori si domandano come far passare velocemente senza noia queste lunghe giornate estive vacanziere. Premettendo che la sensazione di noia (a dispetto del senso comune) è in realtà un’ottima possibilità per far scaturire il pensiero, le idee, la fantasia..proviamo a pensare insieme a qualche attività diversa per organizzarsi la giornata.

Soprattutto se rimanete in città prima di partire è infatti importante offrire qualche stimolo divertente al proprio bambino, qualcosa di “artigianale”, fatto con il cuore, senza dover spendere per inutili e costosi regali. Ad esempio, organizzare una caccia al tesoro per la casa, un pigiama party con qualche amichetto, preparare la pizza o dei ghiaccioli potrebbero essere delle idee per tenerli lontani da tv e tablet. E che ne dite di una gita in biblioteca, al museo o in piscina? Ricordate che basta poco per far stare bene i bambini: create l’ “atmosfera giusta”, preparandoli ed entusiasmandoli con poco..questo è il bello dell’infanzia!

Buon divertimento!!

Due giorni a Babyland- La città della gioia!

citta della gioiaEcco a voi il primo Mini-Festival patrocinato dal Comune di Milano dedicato all’infanzia e alla famiglia a cui naturalmente parteciperà anche MammeCheFatica!

Si tratta di un’iniziativa (promossa dalla brava Sara Pedetta dell’ Asilo e Scuola dell’infanzia bilingue Hello Baby e Laura di Mauro, direttore creativo) presso la Cascina Cuccagna di Milano per offrire alle famiglie le migliori proposte e attività “ispirate alla Gioia del crescere insieme”. Vi aspettiamo dunque per tante attività, giochi, servizio di baby-caring e incontri dedicati a grandi e piccini!

La città della gioia: sabato 14 e domenica 15, ingresso gratuito dalle 10 alle 19 c/o Cascina Cuccagna,Milano. Per maggiori informazioni: info@babyland-lacittadellagioia.it

Vi aspettiamo!