Design Week a Milano!

Ci siamo,anche quest’anno torna la Design Week a colorare Milano! Una settimana ricca di incontri,eventi e performance in grado di offrire alla città e a chi la vive un’atmosfera speciale, con un’aria innovativa e ricca di energia a disposizione di tutti. Da anni poi continua l’attenzione sui più piccoli, un’ occasione unica per partecipare ad attività gratuite di ottima qualità e condividere momenti ludici particolari legati al Design e non solo.  Se siete di Milano, portate i vostri bambini in giro per la città, anche solo per trascorrere un momento diverso dal solito. Se invece siete tra quelle famiglie che vengono apposta, selezionate i posti giusti e più adatti alle vostre esigenze e godetevi il folklore che solo Milano a volte sa dare! Dove andremo noi?! In giro tra appuntamenti vari nel centro senza perdere di vista le installazioni della Statale, Brera District, La Fabbrica del Vapore, l’immancabile zona Tortona e quel che verrà! Non ci resta che sperare nel bel tempo (anche se le previsioni non sono il massimo) e via! Pronte a macinare chilometri e intrufolarsi nei posti più stravaganti per prendere ispirazioni nuove!

 

 

 

 

I bambini e la neve

E’ arrivato finalmente il freddo. In alcune città sta addirittura nevicando e i più piccoli sono i più contenti. Perché i bambini adorano così tanto la neve? Senz’altro anche per gli adulti è affascinante veder cadere i fiocchi bianchi, sentire il silenzio magico che si crea intorno, ma per i bambini è ancora qualcosa di più speciale. I più piccini apprezzano la neve per poter fare gli stessi giochi che si fanno con la sabbia d’estate, poter creare i pupazzi di neve, ma anche perché è fredda, candida  e rimanda al Natale, alle feste e ai regali. Per i più grandi, una battaglia di neve, uno slittino (anche molto economico come può essere un sacchetto della pattumiera) rappresentano un divertimento fantastico! Ma anche una gara di sculture di neve e ghiaccio può essere un’idea originale e creativa per passare questo ultimi giorni di vacanze.. voi che ne dite?

Festa di Compleanno? Idee?! Leggete qui..

MammeCheFatica decide di rispondere con un post a tutte le mail che ci sono arrivate dal titolo: suggerimenti e idee per le feste!!!

Oggi e’ arrivato finalmente il momento di rispondere a tutti gli interessati… Per organizzare una buona festina o semplicemente una merenda speciale con un po’ di amici possiamo:

– Preparare gli inviti coinvolgendo il nostro bambino

-Recuperare addobbi a tema o creare ghirlande e festoni handmade

– Pensare a dei giochi semplici in grado di coinvolgere tutti i bambini dando un ruolo e un compito preciso ai bambini che non si sentono di partecipare in quel momento.

– Creare una buona atmosfera che sappia valorizzare la/il festeggiata/o senza escludere gli altri invitati

– Saper alternare dei giochi musicali e di movimento a dei giochi statici o una lettura animata

– Creare insieme un piccolo lavoretto o una caccia al tesoro

– Scartare alla fine i regali (altrimenti i piccoli si concentrano sui regali e non sull’attività) e ringraziare gli invitati con un piccolo pensiero: dei semini da piantare, delle bolle di sapone, un libretto…

-Preparare o pensare a dei dolci sani e gustosi che possono piacere ai bambini!

Poche cose ma buone e presentate con cura!

Noi prendiamo sempre tutto o quasi da Tiger!  Guardate se c’è anche nella vostra città’!

SAMSUNG

 

Creiamo l’atmosfera natalizia..

ghirlandaCi sono tanti grandi che il Natale non lo sentono più…approfittiamo dei bambini piccoli per ricreare un po’ di atmosfera natalizia che alla fine piace sempre!

In fondo basta poco ..e anche senza spendere è possibile riutilizzare dei materiali che abbiamo in casa e inventare qualche composizione con i bambini! Per delle decorazioni naturali basta tagliare delle fettine di arancia e di limone e farle essicare sul calorifero qualche giorno..appena pronte possono essere appese con un bel filo rosso/oro di raso o rafia…oppure far incollare delle pigne ai vostri bambini e inserire su una base cilindrica di cartoncino una candela rossa (il classico sottotorta..perchè no!)

Per la porta invece una bella corona con degli aghi pino caduti dall’albero..basta legarli insieme con dello spago e dargli la forma desiderata. Se vogliamo aggiungere un po’ di colore basta del filo rosso o delle palline/disegni fatti dai vostri bimbi!

Ognuno ha il suo modo per sentire il Natale..l’importante è divertirsi e condividere questi momenti che diventeranno preziosi una volta diventati grandi!

 

Ecco i lavori e la creatività della Micro Materna Dadà…

Oggi vi parliamo della Micro Materna Dadà, nel cuore di Milano, una piccola realtà familiare e accogliente che ospita 15 bambini circa. Un posto fresco e nuovo in cui poter crescere e sperimentarsi con tante diverse attività pensate ad hoc.

Perché ne parliamo: Mammechefatica ne parla con piacere perché si tratta di una piccola grande famiglia. Quindi vi è lo scambio tra pari, l’esperienza della socializzazione, ma anche un’attenzione al singolo che si confronta con un gruppo comunque non troppo grande.

Cosa ci è piaciuto: abbiamo apprezzato l’atmosfera, i bambini che giocavano tranquillamente, la possibilità di fare e sperimentare quotidianamente tecniche creative diverse. Dècoupage con i sassi e le pietre, lavorare il legno, fare musica con strumenti veri e dei grandi: quelli dei musicisti e la possibilità di ascoltare più lingue dopo l’inglese anche lo spagnolo, il francese e il tedesco; infatti è attivo il progetto pedagogico di multi-linguismo che sicuramente offre al piccolo ospite la possibilità di sentire (e col tempo capire) più lingue diverse dalla sua.

Chiedete un’appuntamento con la Dott.ssa Anna Podestà che sarà felice di accogliervi nel suo regno Micro e Macro Dadà!

Piccoli artisti crescono!

nido.dada@libero.it  tel. 346 6012758 – 366 7091314

www.scuoladada.it  via G.Giacomo Mora,22 – Milano

Piccoli artisti crescono!

 

Relax..

Care Mamme e Papà

MammeCheFatica vi augura qualche giorno di relax e di vacanza, perché è fondamentale ‘staccare’ anche se i genitori, di figli piccoli si sa, non staccano mai… Quindi cercate di rilassarvi, di non fare programmi, di dedicare un po’ di tempo ai bambini ma anche a voi stessi. Cercate di trascorrere dei momenti intensi e autentici, e a fine giornata condivideteli con i bambini, anche se piccoli, apprezzeranno. Non pensate di dover fare grandi attività: meglio privilegiare la relazione e l’atmosfera e concentrarsi sui momenti di gioco piuttosto che andare chissà dove..ai piccoli serve di più una Mamma e un Papà che siano sereni e contenti, poi quando cresceranno saranno in grado di fare nuove esperienze.

Buona Estate a tutti

E se mio figlio scopre che Babbo Natale non esiste??

 

Prima o poi tutti i bambini si fanno domande sull’esistenza reale di Babbo Natale e chiederanno ai loro genitori maggiori dettagli finchè non capiranno la verità. Non c’è una reazione uguale per tutti, ovviamente, essendo i bambini diversi fra loro, ma, generalmente, il bambino (anhe se già grandicello) avverte una strana emozione mista tra la delusione e l’orgoglio di essere cresciuto e aver scoperto “l’imbroglio”. Cosa possono fare i genitori? Se non c’è alcuna possibilità che il bambino rimanga nel’incertezza, allora raccontiamogli la verità con calma e serenità. Facciamolo sentire grande, responsabilizzandolo: “Mi raccomando, non dirlo ai bimbi più piccoli di te che ancora ci credono!”. allo stesso tempo spieghiamogli che quello che conta è l’atmosfera del Natale: condividere un momento magico con le persone a cui si vuole più bene!

Mammechefatica – ma come si sceglie un asilo nido?

 

Mammechefatica oggi vorrebbe capire insieme a voi Mamme come scegliere l’asilo nido del proprio piccolo e soprattutto quali criteri di scelta usare.

– il nido deve essere funzionale, possibilmente in un posto pratico e facile da raggiungere (oppure sulla strada del vostro luogo di lavoro);

– L’asilo deve essere ovviamente un posto pulito, sicuro e organizzato con materiale ad hoc per i bambini piccoli (se ospita lattanti deve avere una stanza riservata alle loro esigenze e appositi seggioloni);

– Deve essere un luogo accogliente, il più possibile curato, con molta attenzione ai dettagli;

– Deve avere un’ampia selezione di giochi e di materiali che possano stimolare la fantasia e la creatività non solo dei bambini ma soprattutto delle maestre ed educatrici;

– Last but not least, dettaglio importantissimo: il nido è costituito da un insieme di Persone e da una rete di Relazioni che si andranno a costruire nel tempo e delle quali farete parte voi,il vostro bambino, la vostra famiglia. Quindi vi consigliamo caldamente di porre l’accento sulle persone che staranno col vostro piccolo piuttosto che sullo spazio (che comunque deve essere accogliente e il più familiare possibile);

– Sarete voi a decidere se il posto merita o meno dall’impressione e dall’atmosfera che respirerete in asilo e dall’empatia che troverete, poichè affiderete loro i vostri ‘gioielli più cari’